Aib. cnbp. palla al centro. intervento / f.branchetti

Io Inamovibile? Battuta la Cagliese col minimo scarto: Subito in avvio il gol di Rispoli, poi pochissime emozioni. Un gol da. Ma poi, pian piano, cresce lentamente e costantemente la manovra dei mantovani. Azzardano qualche tiro potente. Ma grande merito va anche al portiere De La Fuente.

Montichiari che giustamente invoca anche. La Castellana risponde con due tiri dalla distanza di Avallone e Mekouri, poi Florian spreca solo davanti alla porta al. Mastica amaro a fine gara il tecnico del Montichiari Flavio Destro. Questo pareggio, maturato beffardamente a una. Nel secondo tempo i ragazzi erano a corto di energie, avevamo. Nel commentare il rigore negato al Montichiari.

Meglio guardare alle prossime sfide di campionato. E contro. Sbaccanti 5. A disposizione: Bertelli. Soloni; Bonometti, Bardelloni. Allenatore: Destro. A disposizione: Frusconi; Morbini; Gandolfini; Pinotti. Allenatore: Bonvicini. NOTE: terreno in buone condizioni. Spettatori: circa. Ammoniti Anelli, Caruso, Fusari.

La Feralpi Lonato vede sfumare la vittoria al quarto minuto di recupero. Il successo sul campo di. Invece, la formazione di Inverardi reduce. Garegnani, fra i. Tomasoni fallisce il controllo, irrompe Baldazzi, ma il suo diagonale finisce a fil di palo, con. Invece il direttore fischia il fallo contro il biancoverde che becca il secondo giallo. Il nuovo entrato Pierantoni avanza. Il giovane esterno felsineo vi ene circondato da diversi avversari: indeciso sul.

Un punto di ripartenza insomma per i gardesani.Autore: Italo Svevo. Petrozzi,Camilla Tedeschi. Date: dal 14 febbraio al 1 marzo. Dal 14 febbraio al 1 marzo, in prima nazionale al Teatro San Babila di. Ad accompagnarlo sulla scena. Zeno Cosini, sotto la giuda dell'emblematico Dottor S. Corrado Tedeschi torna a Pirandello, ancora con la regia di Marco Rampoldi. Tutto avviene all'interno di un grande studio con vaste librerie nella casa del noto scrittore Valerio Primic.

Tanti "piccoli silenzi" sono presenti in quella casa che sommati danno "un silenzio grande". Insomma, una vicenda non particolarmente nuova e con un finale a sorpresa, che viene raccontata molto bene da bravissimi attori, coordinati benissimo da Alessandro Gassmann.

Un lavoro anche molto divertente, nel pieno di una tradizione un po' datata, ma che ha il merito di arrivare subito al pubblico grazie all'ottima compagnia teatrale, Massimiliano Gallo prima di tutti.

Efficaci le realizzazioni video di Marco Sciavoni proiettate e perfettamente uniformate con gli attori. Fragorosi applausi ieri sera alla prima milanese del Teatro Carcano.

Altamente consigliabile. Qui le presta il volto la magnetica e sanguigna Luisa Ranieri, per la minuziosa e ponderata regia di Luca Zingaretti. La storia inizia con il fallito tentativo della protagonista Hester di togliersi la vita.

Autore : Ibsen. Regia: Alessandro Serra. Ora, sorta di inquietante fantasma, Aline si aggira quasi strisciando lungo le grigie pareti, compare e scompare, in una casa vuota, dove le stanze costruite per i bambini sono immerse nel glaciale silenzio della morte. Spettacolo di grande successo, indimenticabile.

Autore : Josiane Balasko, traduzione David Norisco. Regia: Francesco Branchetti. M usiche: Pino Cangialosi. Date: dal 21 al 26 gennaio. Foto di Marinetta Saglio. La cena delle Belve al Teatro Carcano. Siamo in Italia nelmentre i sette festeggiano un compleanno, due ufficiali tedeschi verranno uccisi. Alla prima rappresentazione milanese del giorno 9, con la sala del Teatro Carcano al completo, gli applausi sono stati meritati e fragorosi.Continua la risalita della nostra Juniores.

Tra le mura amiche i nostri non scherzano e piegano la Marignanese col punteggio di 2- 0. Ad abbattere la resistenza avversaria ci pensa super Corzani con una pregevole doppietta. Ceccarelli e compagni non riescono a trovare la vittoria sul campo dell'ultima in classifica. Tante assenze per infortuni e squalifiche pregiudicano la prestazione di un Cervia che comunque ci prova, ma deve accontentarsi dello 0- 0.

Il Cervia ha in mano il pallino del gioco. Il Fosso Ghiaia, seppur arroccato, non traballa. Al 60' Alberani in corsa su cross di Ceccarelli colpisce la traversa. Fallo da ultimo uomo di Guerra, rigore ed espulsione. I ragazzi di Bondi nonostante siano in 10 tentano di scardinare la resistenza bianconera, ma il Fossoghiaia non molla. Gara arcigna e caparbia della Juniores che brinda al successo in quel di Forlimpopoli.

Le energie sono venute a mancare ed i ragazzi di Bondi non sono riusciti a sviluppare un buon gioco. Dall'altra parte poi si sono trovati uno Spiv cinico che nel primo tempo ha chiuso la gara, terminata poi 4- 0.

Gli ospiti vanno a segno al 12' con Gjordumi che risolve una mischia. Lo stesso ex Sammaurese al 21' trova il raddoppio su rigore.

Il Cervia cerca la reazione, ma al 41' Rocchi su punizione scaglia in porta il pallone che vale il 3- 0. Nella ripresa il gioco a poco a poco si spegne con Gjordumi che al 59' sigla la personale tripletta. Meglio non poteva fare il Cervia nell'andata di Coppa. I primi 90' del quarto col Torconca portano in dote un successo, un triplo vantaggio ed una difesa inviolata 3- 0.

Un tesoretto non di poco conto in vista del ritorno 19 febbraio. Al 22' black out allo stadio, si rimane al buio. Dopo qualche minuto si riparte ed il Cervia si riaccende subito. Al 40' viene annullato un gol ad Alberani.

Nella ripresa la manovra dei cervesi continua a fare danni. Il Torconca non regge lo scatto bruciante dei nostri. Severi al 1' raddoppia, Alberani al 51' si ripete. Match in ghiaccio, il Cervia controlla agevolmente e si gode una grande serata. La Juniores si rimette in moto ed impatta in casa con la Fya Riccione. La sfida termina sull'1- 1 con la rete messa a segno da Corzani. Il Cervia cade nella temibile trasferta di San Piero in Bagno dove viene sconfitto per 4- 2.

Una gara giocata a viso aperto da entrambe. Al 36' Lanzi sfrutta un passaggio filtrante e batte con un rasoterra Braggion. Palla al centro, cross perfetto di Ceccarelli che centra il palo pieno, ma sulla respinta Fantini segna.

Archivio News - FC Castelnuovo Calcio - Castelnuovo Rangone (MO)

In avvio su una punizione Braggion non trattiene e Lanzi fa doppietta. Romagnoli accorcia al 60', poi Godoli nel finale centra l'incrocio.Stampa: Tipografico soc. ROC Aut. Stampa n. Ciascun lettore, a norma dellart. Gli stessi che ci raccon- che va sostenuta e diffusa. Il contesto quello di una La terza edizione della Settimana del Buon Vivere torna con grandi tano. Dalle radici allalbero. Gli stessi che sono la nostra Comunit letta non come mero contenitore di espe- personaggi, come Daria Bignardi, Dario Vergassola, Mario Tozzi, settimana e la quotidianit che va praticata.

Con un tema comune: lincontro Non un festival, non una convention ma un luogo guono, dandogli unidenti- t qualificata. E della qualit della vita delle incontrarsi, raccontarsi e deve per distoglierci dalla di fiducia che non pu pre- Che deve ripartire dal com- gi lo fa.

In Fragile: traspor- ta, dellistruzione, della so- Leconomia etica, lam- re il momento che ne apre Buon Vivere ha raggiun- Al centro c lincontro tra tiamo futuro sta il senso. I l terzo appuntamento del ci- un certo senso i suoi comanda- con la forte concorrenza di mer- clo di incontri conviviali I menti ha esordito Romeo Lom- cati emergenti, fondamentale gastronauti, promosso dal bardi, dal in cooperativa e mettersi insieme, unire le forze Tavolo Giovani di Legacoop sono i principi sanciti nel e innovare, perch su certi mer- Forl-Cesena in collabora- a Rochdale.

Quelli sono ancora cati non ci si va da soli. Anche Mezzanotte, oggi presidente di un solo un centesimo di utile a riser- zione con lAssociazione Virginia oggi i nostri punti di partenza: la per il movimento cooperativo la gruppo, CIA-Conad, che realizza va indisibile, non saremmo dove Senzani, ha visto per protagoni- partecipazione libera e volontaria, sfida dei prossimi anni si gio- oggi oltre milleduecento milioni siamo.

Le persone vengono a me- sti Mario Natale Mezzanotte, la solidariet, la formazione e in- cher sulla qualit di quello che di vendite. Oggi non si pu Sono la partecipazione del so- possono durare molto a lungo, in Lombardi, presidente di Alimos. Sono quegli stessi che hanno improvvisare:servono anche diri- cio e il principio della porta aperta virt di un principio di intergene- Davanti a loro, alla locanda del- consentito alla cooperazione di genti e quadri bravi e preparati.

Occore per capire mutua cooperativa di consumo sare al futuro. Senza i soci prima monializzazione. Fotoservizio Fabio Blaco Pi teMPo Le misure adottate dal Go Chi pensa che mandando a casa questo governo prima della sua scadenza naturale nella primavera del far un buon servizio al Paese si sbaglia di grosso.

Poteva pensarci pri- ma, ma una volta non adottata la strada della cacciata, lanno scorso, del Governo Berlusconi- Bossi deve fare i conti con le enormi contraddizioni di un Pa- ese che dice di essere moderato, ma ha larghi settori reazionari, dichiara di essere progressista, ma ha larghi spazi di massimalismo. No, non siamo il modello ideale della democra- zia perfetta e del resto di Pietro Caruso al mondo chi lo? La Bce, sia pure con qualche forzatura, sarebbe lu- nico strumento per combattere la speculazione, ma siccome non la Banca della Federazione Europea, tanto meno degli Stati Uniti dEuropa, in perenne.

Eppure molto appare chiaro, ormai, c un partito tra- sversale che vuole distruggere lEuro per riportare le sovra- nit monetarie nazionali nel loro disordine asimmetrico al. A potere. Chi ci guadagnerebbe? Lincomodo Euro va abbat- tuto, mentre il problema del mmonta a ,6 milioni di euro il Il consorzio forlivese chiude il realt cooperativa con sede a Forl e operante a livello sono st ati venduti ci rca 55,7 milioni di metri cubi disordine monetario non viene affrontato dalle classi politiche valore della pro- duzione consoli- con un utile ante imposte di 8,4 nazionale nel settore delle opere pubbliche, dellim- a circa 82 mila famiglie di 96 comuni serviti.

Attraver- dirigenti dei Paesi europei se non da alcuni intellettuali e da data del gruppo Conscoop, in aumento di milioni di euro. Lassemblea vota mobiliare e del gas naturale. Lattivit principale della so le societ Mediterranea Energia, Isgas, Base, Ebgas, alcune minoranze civili, civiche e politiche con la chiarezza che circa 11,6 milioni di euro rispetto allesercizio prece- allunanimit mila euro capogruppo rivolta allac- quisizione di lavori relativi Aquamet, Alto Sangro Di- stribuzione Gas, Marsia e necessaria.

Servirebbe unin- tesa, un accordo che assuma su dente. Il risultato positivo finale netto pari a 3,2 mi- per le popolazioni colpite dal sisma a costruzioni che vengono poi assegnati alle imprese Pescara Distribuzione Gas il gruppo Conscoop svolge di s lattuale crisi economica e finanziaria europea come pro- lioni di euro, mentre lutile ante imposte stato di 8,4 e una borsa di studio di mila euro associate.

Complessivamen- te il volume dellacquisito poi attivit di progettazio- ne, costruzione e gestione blema mondiale e trovasse un accordo sul modello di Bretton Woods nel Quanti fra milioni di euro.

Il bilancio stato presen- per la ricerca contro i tumori. In di reti gas in dieci regioni italiane. Gli utenti sono in noi sono in grado di porre ai tato il 28 giugno dal presi- totale le imprese socie del forte crescita mila con- banchieri lalternativa: o tenere dente Mauro Pasolini e dal consorzio sonodistri- tro i mila dellesercizio o saltare?Ci ha lasciato il Prof. Umberto Coppelli, nostro valente e prezioso collaboratore, dal e per un quinquennio, del settore giovanile. Umberto, dopo esperienze nei settori giovanili professionistici, nel venne chiamato a rifondare la Scuola calcio dal Rsg Lauro Cuoghi.

I frutti generosi del suo lavoro hanno permesso di fare rifiorire il nostro settore giovanile. Il calcio, giustamente, rimane fermo per effetto dell' epidemia di Coronavirus che sta mettendo a dura prova in primis le strutture sanitarie, con tutto il personale che con grandissima ed encomiabile dedizione si dedica alla cura e al sollievo per quanto possibile delle persone colpite.

Il calcio si ferma! I impattano 1- 1 in Csi con La Pieve Manfredinii nel raggruppamento Figc si disimpegnano con Monari, Pavullo e Villadoro, quest'ultima al posto del Polinago che non si e' presentato alla manifestazione. Segnaliamo la doppietta di Intressalvi e il gol di Alois. In Csi rotondo 4- 0 sul S.

Cesario con reti di Antonucci, Calzolari, Cavani e autogol degli avversari. I in Figc si confrontano ad armi pari col Castelfranco nei tre tempi Tinti in gol e cedono solo di misura alla forte capolista Audax con la rete di Tinti, mentre i lottano con la Pgs Smile e cedono 2- 4 con i timbri di Zarra e Venturelli Matteo.

Doppio impegno dei che in Figc affrontano in un match equilibrato nei tre tempi il Pavullo,mandando a segno 2 volte Pellegrini e la rete Di Leonardo e in Csi raccolgono un pareggio 0- 0 col Limidi, cosi come i che in Csi impattano 2- 2 con La Pieve con Bavieri autore di una bella doppietta. In Figc i Giovanissimi vengono stoppati 1- 1 dalla Madonna di Sotto con rete dei nostri di Bardelli e stessa sorte per i Giovanissimi sempre con la Madonna di Sotto che a Sassuolo fermano sullo 0- 0 gli avversari.

Speciale Spazio Transnazionale - Il Russiagate e lo scenario politico italiano

Bene gli Allievi che pareggiano 1- 1 con la Gino Nasi Rinaldi e gli Allievi che superano 5- 0 il Pontevecchio con una tripletta di Nadini, sigillo di Sacchi e autorete ospite.

Sconfitta di misura 1- 0 per il Castelnuovo, che nonostante le numerose assenze fornisce una prestazione gagliarda al cospetto di una grande squadra come il Campagnola. Pallino del gioco in mano ai reggiani, ma la squadra di mister Consoli si difende con ordine e ardore concedendo il minimo sindacale.

Dall'Asta Castelnuovo: L. ToniAnnovi 46' CantaroniAmeruoso A disp. Sassi, Migliorini All. Complimenti ancora comunque a tutti i ragazzi e allo staff per il traguardo prestigioso! Doppio impegno dei che in Figc danno vita ad una gara in perfetto equilibrio nei tempi col Fiorano con 2 reti di Somma e timbri di Tinti e Venturelli, mentre in Csi si fregiano di una bella vittoria sull'Academy Modena Tinti e Tosku.

I sono corsari in Uisp con l'affermazione sul Crevalcity per 2- 0 con la doppietta di Gianasi. I attivi su due fronti si disimpegnano al cospetto della Gino Nasi Ettahir e Piccinini a segno e in Uisp, dove piegano il San Damaso 2- 0 con la doppietta di Pellegrini. I impattano con la Cdr in Csi 1- 1 La Manna.

Ricco il menu in Figc, con i Giovanissimi che colgono un ottimo 1- 1 con la capolista Crespo, dopo essere stata lungamente in vantaggio grazie al gol di Venturino. Bene i Giovanissimiche cedono solo di misura 1- 2 alla Cittadella con la rete su rigore di Prampolini, cecchino infallibile dal dischetto.

Allievi che soccombono alla Stella Azzurra Zolino 1- 3 con sigillo di Nadini. Abilissimi gli Allievi che impongono un 4- 0 alla Modenese con Levoni protagonista di una bella tripletta e la rete di Solazzo.Naturalmente voi restate irritati e sconcertati. Lotte acerrime ebbe a sostenere per questo matrimonio. Lasciamo andare. No, no, via! Ridere, ridere. Il mio amico signor Daniele Catellani sa bene come va il mondo. Tutti fratelli. Per poi scannarsi tra loro. E naturale. Approvare, approvare, approvar sempre.

Ma poi approvare, approvar sempre, approvar tutto. Anche la guerra, sissignori. I nipotini non ne dovevano saper nulla. Non esagereremo, no! Ebbene, resteremo nello scherzo anche noi, non dubitare! Benedetto XV Una recensione di Rosita Copioli di "La leggenda di Roma" a c.

Lentamente muore!!! Basta con il Natale! Anche gli adulti quel giorno diventano bambini. Ne dubita. Nel presepe non nasce nessuno. Non nasce nessun Bambino. Che sono poi i sintomi della condizione umana, profondamente umana. Nella sua visione apocalittica che gli fa vedere nel Natale una cigolante macchinazione cosmica, si produce uno spettacolo. Una rappresentazione che occulta ogni altra cosa e ci fa guardare le figurine di cartapesta del presepe. Senza la Madre la rappresentazione stessa non sarebbe neppure pensabile, non prenderebbe avvio la macchina teatrale che include il Bambino.

Da dove viene il presepe, dal Cielo o dal mondo ctonio? Dal buio della caverna sono usciti il Padre, la Madre, il Bambino. Il Natale la suscita, questa angoscia. Loro non escono dalla caverna, non appartengono al mondo infero.Category: Documents. Maurizio Caminito Correlatori : prof. Alberto Petrucciani, dott. Per la sopportazione delle crisi, degli sfoghi privati inopportuni, e del mobbing che le viene quotidianamente imposto ringrazio anche la mia dipendente Cargini.

Archivio News - sito ufficiale del Cervia Calcio

Grazie a Ilaria, per avere fatto da cavia e per essere paziente con me quando faccio la cognata inopportuna. Tutti voi siete la mia famiglia. Grazie a Cri La Chi per avermi chiarito alcune questioni economiche, hai sempre tutta la mia stima per esserti laureata in questa materia nonostante la Bettiol.

Grazie infine anche agli amici che mi stanno sempre vicino, non prendetevela se non ci siete tutti per nome e cognome, non potevo fare tutta la tesi di dediche! Il progetto grafico della copertina si deve ad Angelo Rigo, che ringrazio. Quindi un italiano su due non ha alcun rapporto con la lettura nel tempo libero.

Chi scrive, quindi, sa perfettamente che piacere dia leggere, quale magia sia assumere la prospettiva dell'autore, farsi appassionare dalla storia e dai personaggi, stabilire relazioni con il nostro vissuto, con i nostri desideri e le nostre fantasie.

Chi scrive pensa che leggere possa letteralmente salvare -in senso figurato ma non troppo- vite umane. Leggere ci consente di accumulare conoscenza, di essere cittadini consapevoli, di svolgere meglio il nostro lavoro e di ampliare i nostri interessi: ci aiuta in definitiva a costruire il nostro io interiore.

E per quanto possa sembrarci complicato nel momento in cui pensiamo a quali politiche debbano essere messe in atto per promuovere la lettura, dobbiamo metterci nei panni del non lettore. Al massimo si legge un quotidiano, quasi sempre sportivo o di cronaca locale. Ci verrebbe da rispondere che una domanda simile, in un paese civile e democratico che appartiene al G8, non dovrebbe nemmeno essere posta.

In Italia, storicamente, viviamo una disattenzione forte e costante nei confronti della cultura da parte dei decisori politici a tutti i livelli. La cultura rappresenta una risorsa strategica sulla quale i governi devono investire in una logica di crescita economico-sociale sul lungo periodo. Queste, in estrema sintesi, le motivazioni per cui un Paese debba promuovere la lettura, e la cultura in generale. I partner della filiera del libro sono molteplici: a livello commerciale possiamo individuare editori, distributori e librai, a livello istituzionale biblioteche, scuole e associazioni culturali.

Due sono gli obiettivi primari, strettamente correlati, del Centro: allargare la base di lettori e conferire valore sociale al libro e alla lettura. Au contraire! Nota: tutti gli URL indicati nel testo e in bibliografia sono stati visitati l'ultima volta il 16 gennaio La lettura in Italia: comportamenti e tendenze 1.

Lettori per professione - Dettaglio occupati - anno 90 maschi femmine 80 totale 70 60 50 40 30 20 10 0 Dirigenti, imprenditori, liberi profess. Direttivi, quadri, impiegati Operai, apprendisti Lavoratori in proprio e coadiuvanti In cerca di nuova occupazione In cerca di prima occupazione Studenti Ritirati dal lavoro Altra condizione Totale 39,4 56,4 57,3 22,8 29,4 28,0 26,8 56,2 29,3 25,9 36,9 FEMMINE Occupati Dirigenti, imprenditori, liberi profess.

Da notare che il dato rilevato riguarda qualsiasi tipo di libro posseduto, quindi sono compresi anche libri scolastici, professionali, di cucina, bricolage, etc. Famiglie per libri posseduti in casa - anno 15,1 Nessuno 13,8 10,3 7,2 Da 1 a 10 Da 11 a 25 Da 26 a 50 Da 51 a 7,3 Da a 17,4 12,2 16,2 Da a Oltre Grafico elaborato sui dati ISTAT a Tavola 5 - Famiglie per numero di libri posseduti - Anno composizione percentuale.

La figura seguente mostra la relazione esistente tra la quota di lettori e la presenza di biblioteche sul territorio. Relazione tra la percentuale di lettori e la quota di biblioteche x La narrativa italiana e quella straniera sono i generi preferiti sia da maschi sia da femmine.

Se confrontiamo questi dati con quelli delle vendite per canale,16 si conferma nel una sostanziale tenuta rispetto al quadro macroeconomico di crisi e nello specifico del calo dei consumi culturali. Per quanto riguarda la risposta alla domanda "generalmente, cosa la stimola a leggere un libro? Come abbiamo visto, la percentuale dei lettori scende al di sotto della media nazionale a partire dai 55 anni.

Le quote maggiori di lettori deboli si riscontrano tra le casalinghe, gli operai e le persone in cerca di prima occupazione.

Editoriale - Renzi e il Patto della lavagna

Chi ha un titolo di studio basso licenza elementare o media come causa indica soprattutto il disinteresse.